Nel Trentennale della morte di Sandro Pertini (1990-2020) – I

Il 24 febbraio 1990 moriva Sandro Pertini. Era il presidente della Fondazione di studi storici “Filippo Turati”, carica che aveva assunto subito dopo il Settennato al Quirinale nel 1985. La Fondazione lo commemora qui in alcuni viaggi all’estero per il suo ruolo istituzionale di ambasciatore dell’Italia nel mondo, sempre ispirandosi ai valori di convivenza pacifica tra le genti, di giustizia sociale e di libertà.
Dall’archivio Sandro Pertini della Fondazione.

Il viaggio in Germania (18-22 settembre 1979)
La prima visita ufficiale del Presidente Pertini all’estero è in Germania, “paese-chiave della costruzione europea”, dove si trova una collettività italiana di 570000 emigrati italiani. E’ accompagnato dal ministro degli Esteri Malfatti. Al termine del viaggio <Le Monde> commenta che “senza superare i limiti dei suoi poteri, il presidente Pertini è riuscito grazie alla sua semplicità e alla sua umanità a facilitare un ritorno dell’Italia sulla scena internazionale, su cui subiva un certo offuscamento da qualche tempo”. <Die Welt> scrive che la visita in Germania di Pertini ha creato le condizioni preliminari per dare un nuovo fondamento all’amicizia tra Italia e Germania, e conclude che l’ottantatreenne Pertini ha fatto in cinque giorni di più contro le incomprensioni e i pregiudizi di ambo le parti di quanto fatto in molti anni dalla diplomazia e dalla pubblicistica dei due paesi”. E in una relazione riservata al ministro degli Esteri l’ambasciatore italiano a Bonn, Contucci, parla di “enorme successo” del viaggio, tanto da monopolizzare per vari giorni i mezzi di informazione tedeschi, e da porre i rapporti italo-tedeschi su una nuova dimensione. “Il carisma del personaggio -scrive l’ambasciatore di Pertini- di cui non si era finora conosciuto l’eguale, ha subito imposto la sua figura alla generale considerazione (…) suscitando all’ammirata attenzione dei politici, degli osservatori e delle masse”.
Per saperne di più, Sandro Pertini e la bandiera italiana, a cura di Stefano Caretti e Maurizio Degl’Innocenti (Lacaita ed.).

Bonn. Pertini incontra Karl e Veronica Carstens

Bonn. Pertini incontra Karl e Veronica Carstens

 

Bonn. Pertini saluta in modo informale Karl Cartens, Willy Brandt e Helmut Schmidt.

Bonn. Pertini saluta in modo informale Karl Cartens, Willy Brandt e Helmut Schmidt.

 

 

 

 

 

 

 

 

Berlino. Sandro Pertini sosta davanti al muro che divideva la città.

Berlino. Sandro Pertini sosta davanti al muro che divideva la città.

 

 

 

 

 

 

 

 

Sandro Pertini sosta davanti al muro che divideva la città.

Sandro Pertini sosta davanti al muro che divideva la città.

 

 

 

 

 

 

 

 

La visita di Pertini sulla stampa tedesca.

La visita di Pertini sulla stampa tedesca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pertini in visita al muro di Berlino.

Pertini in visita al muro di Berlino.

 

 

 

 

 

 

 

Pertini con Franz Joseph Strauss, presidente dei ministri della Baviera.

Pertini con Franz Joseph Strauss, presidente dei ministri della Baviera.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pertini in fabbrica.

Pertini in fabbrica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Flossenbürg. Pertini visita il lager accompagnato da Franz Joseph Strauss, presidente dei ministri della Baviera.

Flossenbürg. Pertini visita il lager accompagnato da Franz Joseph Strauss, presidente dei ministri della Baviera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Flossenbürg. Lapide commemorativa del fratello di Sandro Pertini, Eugenio.

Flossenbürg. Lapide commemorativa del fratello di Sandro Pertini, Eugenio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Campo di concentramento di Flossenbürg

Campo di concentramento di Flossenbürg

Leave a Comment

Filed under News ed Eventi

Comments are closed.