BIBLIOTECA

Turati_Sala_Lettura

Sala di lettura

La Biblioteca, aperta nel 1977, patrimonio della Fondazione di Studi storici “Filippo Turati” sin dalla sua costituzione nel 1985, consta di circa 115.000 volumi, e l’Emeroteca raccoglie 5.170 periodici cessati e 150 periodici correnti. Si tratta di un patrimonio di grande rilievo, per la specializzazione relativa alla cultura politica e alla storia sociale, nonché per la consistenza dei fondi appartenuti ad esponenti della cultura e della vita politica italiana, quali Agazzi, Arfé, Bassi, D’Aragona, Della Mea, Di Nolfo, Finocchiaro, Lombardi, Mondolfo, Pertini, Pieraccini, Saragat, Silone, Zagari. La Biblioteca svolge da anni funzioni di servizio pubblico, mettendo a disposizione degli studiosi i suoi cataloghi e una sala di studio.  Nel febbraio 2015 la biblioteca ha acquisito il fondo librario di Sandro Pertini ricco di oltre 12.000 titoli. Il bibliotecario è il Dott. Giuseppe Muzzi. La biblioteca ha due cataloghi informatizzati: il primo, in Sbn, polo Bncf, attivo dal 2003, è l’unico in cui si collocano attualmente volumi e periodici; il secondo, non più alimentato dopo il 2004, riversato nel catalogo collettivo Sdiaf, consiste di circa 28 mila volumi. Il catalogo cartaceo, consultabile in sede, non è più aggiornato dal 1992.

Turati_Biblioteca_Arfe

Biblioteca Arfè

CATALOGO BNCF
Percorso di accesso Bncf: “Ricerca base”, applicare filtri di ricerca alla voce “biblioteca”, scegliere: “Biblioteca Fondazione Turati”.

 CATALOGO SDIAF
Ulteriori link ad indirizzi utili per la ricerca bibliografica nella Sezione LINK UTILI

Modalità di ammissione
Sono ammessi alla consultazione del materiale bibliografico studenti e studiosi che ne facciano richiesta. L’accesso è consentito dietro presentazione e/o esibizione di documenti concernenti l’attività professionale e di ricerca.
All’utente che accede per la prima volta, si richiede di compilare un modulo nel quale siano indicati i dati relativi all’identità, alla residenza e l’oggetto delle ricerche.
 
Orari
La Biblioteca è aperta dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e il mercoledì pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 17.00, su appuntamento. Di norma, è chiusa nei giorni festivi e nel mese di agosto.

Regolamento
Accesso alla sala di studio
Gli utenti ammessi alla sala di studio sono invitati ad osservare le seguenti norme di condotta:
a) E’ vietato introdurre nella Sala Borse, cartelle, contenitori, telefoni cellulari;
b) E’ del pari vietato apporre segni o sottolineature sulle opere consultate;
c) Non è consentito prelevare per consultazione volumi collocati sugli scaffali e nelle vetrine. A tal fine, occorre rivolgersi al personale addetto;
d) Non è consentito trattenersi per fini estranei allo studio.
Richieste di opera in lettura
Ogni utente può richiedere due volumi per volta, fino a un massimo di quattro. A restituzione avvenuta, si possono chiedere altre due opere. i libri ricevuti in lettura possono essere tenuti in deposito per non più di tre giorni. Le richieste devono essere effettuate su appositi moduli, disponibili in Sala.
Riproduzioni
Si possono effettuare riproduzioni in fotocopia in numero limitato, quando siano consentite dalle condizioni di conservazione delle opere richieste e dalle norme di legge.

Prestito
Si effettua servizio di prestito interbibliotecario con le biblioteche che si impegnano alla reciprocità e al rispetto delle norme che regolano il servizio. Nel caso occorra la spedizione per posta, il costo relativo sarà a carico del richiedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *