PARTITO SOCIALISTA ITALIANO DIREZIONE NAZIONALE (1944-1994)

Archivio > Descrizione dei Fondi

Bb. 998, fascc. 10.617, faldoni 41, agende 4, blocchetti 67, registri 107, rubriche telefoniche 5, schedari 4, fotografie 734 e bb. 3, diapositive 3, manifesti 56, monografie 16, periodici 60, audiocassette 54, bobine 128, dischi 15, film 100, floppy disk 1, raccoglitore diapositive 1, videocassette 11. Inventario parziale della serie “Sezione internazionale” (1956-1978), a cura di L. Brestolini e L. Rossi. Inventario parziale della serie “Sezione organizzazione” (1946-1976), a cura di L. Rossi. Inventario parziale dattiloscritto relativo alla serie “Sezione Amministrazione” (1946-1976), a cura di L. Brestolini.

I documenti delle serie “Circolari”, “Comitato Centrale”, “Ufficio Organizzazione”, “Sezione Internazionale”, “Congressi” sono inventariati e digitalizzati in archivi on line, progetto promosso dal Senato della Repubblica.

Storia
Il Partito socialista italiano nacque al congresso di Genova nell’agosto del 1892. Il Psi si dotò, fin dalla sua fondazione, di una struttura organizzativa moderna, di un gruppo dirigente, di una direzione politica nazionale e, nel 1896, di un quotidiano, l'”Avanti!”. Il partito subì la scissione comunista del 1921, mentre nel 1922 venne espulsa l’ala riformista, che diede vita al Psu.

Nel novembre 1926, dopo lo scioglimento dei partiti politici, riformisti e massimalisti trasferirono a Parigi i propri organi direttivi. Nel luglio 1930 si celebrò a Parigi il congresso della riunificazione socialista.

Nell’agosto del 1943, in seguito alla fusione del Movimento di unità proletaria (Mup) col Psi, si costituì a Roma il Psiup. Al congresso di Roma del gennaio 1947, il partito si scisse e nacque il Psli, mentre il partito socialista riprese l’antica denominazione di Psi. Nell’ottobre del 1966, durante il XXXVII congresso nazionale del Psi, viene sancita l’unificazione con il Psdi, con la nascita del partito socialista unificato. Tale fase politica terminerà nel luglio del 1969, quando alcuni socialdemocratici fra cui Ferri, Preti e Tanassi si scindono dai socialisti e fondano il Partito socialista unitario. Il XLVII congresso, svoltosi l’11 e il 12 novembre 1994, decise a maggioranza lo scioglimento definitivo del Psi.

BIBLIOGRAFIA

  • M. DEGL’INNOCENTI, Storia del Psi. Dal dopoguerra a oggi, Bari, Laterza, 1993;
  • Storia del partito socialista italiano, a cura della FONDAZIONE BRODOLINI, Marsilio, Venezia, 1979;
  • G. GALLI, Storia del socialismo italiano, Bari, Laterza, 1980;
  • Storia del socialismo italiano, collana diretta da G. SABATUCCI, Roma il Poligono, 1980, voll. V-VI;
  • F. TADDEI, Guida alla storia del Psi 1892-1981. Cronologia e bibliografia in “Quaderni del Circolo Rosselli”, luglio-settembre, n. 3, 1981;
  • La dimensione internazionale del socialismo italiano. Inventari. Direzione nazionale del Partito socialista italiano-Sezione internazionale (1956-1978). Direzione nazionale del Partito socialista democratico italiano (1951-1967), a cura di L. BRESTOLINI, D. RAVA, L. ROSSI, Manduria-Bari-Roma, Lacaita, 1995, pp. V-XVI e pp. 1-127;
  • S. CARETTI-D. RAVA, L’archivio del socialismo italiano: storia, problemi, prospettive, in “Tempo presente”, 143, 1992, pp. 27-31;
  • ID., L’archivio del socialismo italiano. Profilo storico, estratto da Gli archivi dei partiti politici, Pubblicazione degli Archivi di Stato, Saggi 39, Roma, 1996, pp. 109-110;
  • Fonti orali. Censimento degli istituti di conservazione a cura di G. BARRERA, A. MARTINI e A. MULÈ. Prefazione di P. CARUCCI, Roma, Ministero per i Beni culturali e ambientali, 1993, p.195;
  • F. CICCHITTO, Il Psi e la lotta politica in Italia dal 1976 al 1994, Milano, Spirali/vel, 1995.

Il recupero dell’archivio del Psi è avvenuto in due fasi distinte. Un primo versamento, infatti, risale agli anni 1976-1977 e concerneva le carte prodotte dalla direzione nazionale del Psi nella sede romana di via del Corso, dal 1946 al 1975. Di questo ingente patrimonio documentario erano entrate a far parte anche le carte del Psi-Psdi unificati, in seguito al congresso del 30 ottobre 1966, e rimaste parte integrante del patrimonio archivistico dopo la nuova scissione del luglio 1969.

Parallelamente a questo primo versamento, una convenzione stipulata con la direzione nazionale del Psi, avrebbe regolato il trasferimento delle carte dell’archivio corrente relative all’ultimo quinquennio di attività. Tale convenzione venne sostanzialmente disattesa, eccettuata la trasmissione di un nucleo non cospicuo di documenti prodotti fra il 1976 e il 1979 e l’affidamento, nel 1982, della documentazione del Centro studi del Psi e dell’archivio del Mpl, confluito nel partito socialista agli inizi degli anni ’70.

Dal 1985 la Fondazione Turati proseguì le iniziative volte alla conservazione e alla valorizzazione dell’archivio socialista, rinnovando le sollecitazioni ai responsabili del partito affinché l’operazione di recupero documentario venisse ripresa.

Il secondo consistente versamento archivistico venne effettuato nel 1994, grazie ad una rinnovata disponibilità mostrata dalla segreteria Benvenuto prima e Del Turco poi, in un momento in cui il ridimensionamento politico del partito, che portò all’abbandono della sede storica, avrebbe causato inevitabilmente anche la dispersione, se non la distruzione, di un patrimonio documentario di fondamentale importanza per gli studi storici del secondo dopoguerra in Italia.

In relazione allo scioglimento della formazione politica, il fondo della direzione nazionale del Psi è un archivio “chiuso” ed ha ottenuto la notifica di notevole interesse storico dalla Sovrintendenza archivistica per la Toscana nell’aprile 1992 e nel gennaio 1994.

DESCRIZIONE ARCHIVISTICA
Il fondo del Psi si compone di materiali cartacei, fotografici e audiovisivi che attestano le forme ed i contenuti dell’attività del partito, anche se a livelli diversi di completezza, dall’immediato dopoguerra ai giorni nostri.

Le differenze, anche sostanziali, di consistenza di alcuni nuclei documentari prodotti da singole unità operative della sede romana del partito sono dovute, oltre che dalla mole della loro attività, a fenomeni inevitabili di dispersione, ed alla inveterata abitudine da parte dei responsabili di tali uffici a considerare i materiali prodotti nel corso delle loro funzioni come documenti personali e come tali da destinare a conservazione privata.

Questo è un tratto caratteristico comune ai fondi delle organizzazioni politiche ed anche alle carte personali dei singoli dirigenti politici, troppo spesso vere e proprie appendici dei documenti di partito, tanto da renderne indispensabile una analisi complementare. Per la documentazione degli anni ’80 si assiste, però, anche al fenomeno inverso, per cui segmenti di archivi privati, magari di documentazione in copia, di studio o di pratiche seguite a titolo personale o nell’esercizio di funzioni diverse, vengono conservati dagli stessi autori negli uffici del partito.

È questo il caso delle carte della vicesegreteria della direzione del Psi, in realtà documentazione personale dei singoli vicesegretari, Martelli, Di Donato e Amato con pochi documenti da essi realmente prodotti durante tale incarico; ma è anche un elemento comune ad altri responsabili di dipartimenti operativi della direzione del partito degli anni ’80-’90 – carte Bianco, Cenerini, Ferrarini, Forte, Sturlese- tanto da imporsi come uno dei criteri base dell’ordinamento scientifico dell’archivio.

Descrittivamente, infatti, dopo il lavoro di riordino il fondo della direzione nazionale del Psi si presenta articolato in serie archivistiche corrispondenti alle singole sezioni operative del partito, eventualmente al loro interno suddivise tipologicamente o tematicamente in sottoserie. Tali sezioni sono state individuate attraverso il numero del titolario riportato nella fase di protocollazione dei documenti, altre si attestano attraverso il timbro dei propri uffici. In relazione alla ristrutturazione interna della sede, alla fine degli anni ’70, si assiste ad un cambio di denominazione delle unità operative della direzione che da sezioni diventano dipartimenti, identificabili dall’intestazione della posta in partenza.

Alcuni di essi si presentano documentariamente come una continuazione dei materiali prodotti dalle corrispondenti sezioni precedenti – tale è il caso della sezione organizzazione e del successivo ufficio, così come della sezione internazionale una volta divenuta dipartimento- elemento che ne ha consentito una descrizione archivisticamente unitaria. Altri presentano, invece, differenze sostanziali di competenze o di struttura rispetto all’esperienza precedente, come nel caso della sezione femminile e del successivo dipartimento politiche femminili o ancora della sezione enti locali e del dipartimento enti locali distinti anche da numeri diversi di protocollo, differenze che ne hanno consigliato la collocazione in serie archivistiche separate.

La natura complessa ed estremamente diversificata dei materiali ha, poi, indotto a prevedere la creazione, in sede di riordino, di alcune ripartizione che rendano conto di particolari tipologie documentarie, quali gli audiovisivi e l’archivio fotografico, malgrado la presenza di tali materiali sia talvolta attestata con stretti nessi tematici anche fra le pieghe della documentazione delle stesse serie archivistiche. Sono stati poi isolati con criterio tematico alcuni nuclei di materiali specifici, come la raccolta delle lettere circolari o dei protocolli della corrispondenza ed anche di documenti che percorrono trasversalmente le funzioni delle singole sezioni. Un esempio particolarmente esplicativo è dato dalla documentazione relativa alla preparazione dei congressi nazionali ed internazionali in cui convergono gli sforzi e le energie di più uffici: ad essi, quindi, è stata destinata una serie archivistica particolare, nonostante che alcuni documenti, magari in copia, siano presenti anche fra le carte delle stesse sezioni che li avevano prodotti.

Una gestione archivisticamente distinta, infine, è stata riservata per le carte dell'”Avanti!” e di “Mondo operaio” recuperate dalla Fondazione Turati negli anni 1976-1977, ai materiali del Centro studi e documentazioni economico-sociali, riuniti al fondo della direzione del Psi con versamento separato nel 1985 ed al Centro italiano di formazione sociale “G. Brodolini”, in quanto archivi aggregati.

Protocolli della corrispondenza, bb.5, registri 53 (1969-1992)
Serie archivistica di taglio tematico nella quale sono stati raccolti, in sede di riordino, i registri della corrispondenza divisi per annualità numerati da 1 a 12, dal 2.1.1969 al 30.12.1969; da 1 a 14, dal 2.1.1970 al 29.12.1970; da 1 a 11, dal 4.1.1971 al 30.12.1971;da 1 a 6, dal 3.1.1972 al 30.12.1972, dal 2.5.1986 al 29.4.1992 e dal 28.4.1987 al 13.11.1992.

Lettere circolari, bb. 29, fascc. 269, (1947-1992)
Serie tematica prevista in sede di riordino, che consiste nella raccolta delle circolari emesse dalle sezioni della direzione del partito, organizzate in fascicolazioni separate in base al numero dell’ufficio o della circolare stessa, alla quale sono spesso allegate lettere di convocazioni ad incontri, conferenze e riunioni, o moduli per indagini conoscitive. La raccolta, giunta in modo assolutamente disorganico, non consente di ipotizzare le modalità e le funzioni dell’enucleazione delle carte, ma sembra provenire da un ufficio predisposto alla loro stampa e diffusione.

Segreteria della Direzione, bb. 142, faldoni 25 (1958-1993)
Le carte della segreteria politica del partito, sebbene giunte in modo lacunoso, coprono circa quaranta anni di attività politica. In sede di riordino sono state individuate quattro sottoserie archivistiche, sia di carattere più generale, sia relative alle carte prodotte da singoli segretari nell’esercizio del loro incarico. Attività della Segreteria Corrispondenza con partiti politici, uffici interni, sindacati e corrispondenza varia in relazione alla gestione della sede del partito, talvolta riunita in fascicoli originali, spesso conservata in faldoni con carte sciolte; elenchi dei senatori e deputati; note personali in ordine alfabetico.

Carte Bettino Craxi (1981-1993)
Faldoni originali sia di carte sciolte che suddivisi in fascicoli, con corrispondenza, ma soprattutto interviste ed articoli scritti per l'”Avanti!” o altri periodici politici; discorsi parlamentari ed interventi ai Congressi del Psi o in Assemblee nazionali, relazioni a convegni, commemorazioni, commenti politici in generale, articolati per annualità; ampio nucleo di rassegna stampa dedicata ai viaggi istituzionali o di partito in Italia e all’estero.

Carte Ottaviano Del Turco (1993)
Fascicoli originali con la raccolta degli articoli per l'”Avanti!”, e degli interventi politici di Del Turco, soprattutto alla direzione del partito ed all’Assemblea nazionale, con particolare riferimento all’analisi della competizione elettorale amministrativa del 1993 ed altri commenti politici e comunicati stampa; corrispondenza con gli uffici interni e con le federazioni provinciali con i verbali delle riunioni delle sezioni.

Carte Giorgio Benvenuto (1993)
Discorso di Benvenuto all’Assemblea nazionale e bozze di stampa del numero dell’aprile 1993 del mensile politico i “Appunti socialisti” all’indomani della nomina dello stesso Benvenuto alla segreteria del Psi.

Carte Aldo Gabriele Renzulli (1988-1992)
Responsabile degli affari generali del personale le carte conservano rassegna stampa in originale o in copia relativa alle riunioni della Direzione e della segreteria, elenchi nominativi, piante organiche del personale delle sezioni, corrispondenza e relazioni.

Vicesegreteria della Direzione – Carte Claudio Martelli, bb. 19, fascc. 361, agende personali 2, fotografie 2 (1981-1988)
Nominato dopo il congresso di Palermo del 1981 vicesegretario nazionale, le carte di Claudio Martelli si compongono di un nucleo di corrispondenza ben ordinata e originale con poche pratiche tematiche generali, relative al mondo della cultura e dello sport.

In particolare un’ampia sezione è dedicata alla corrispondenza con le federazioni provinciali, commissioni regionali, dipartimenti della direzione, esponenti dei maggiori partitici politici italiani, e soprattutto con compagni della base socialista. È, infine, presente una raccolta della corrispondenza di Martelli come deputato della Repubblica e non come esponente di partito, nonché i prospetti riassuntivi delle elezioni politiche 1981 e 1983 e delle elezioni europee 1984.

Vicesegreteria della Direzione – Carte Giuliano Amato, bb. 1, fascc. 27 (1983-1992)
Le carte di Giuliano Amato conservate presso la vicesegreteria della direzione del Psi si presentano come un nucleo di fascicoli di corrispondenza ad esso indirizzati come sottosegretario di Stato divisi per corrispondente, con documentazione di appoggio e rassegna stampa.

Vicesegreteria della Direzione – Carte Giulio Di Donato, bb. 30, fascc. 254, monografie 6, floppy disk 1,fotografie 1 (1981-1992)
Documentazione, prevalentemente in copia, delle pratiche prodotte da Giulio Di Donato nel periodo del suo incarico al partito come vicesegretario (1990-1992), con corrispondenza con i dipartimenti del partito e le federazioni provinciali e velinario del 1992, inviti e sintesi degli interventi ai convegni promossi dal Psi, raccolta degli scritti e articoli riuniti in fascicoli tematici. Un ampio nucleo della documentazione è dedicato alla raccolta degli atti congressuali del Psi a partire dal 1981, ai verbali ed alle relazioni di Craxi, Martelli e Signorile alla direzione ed ai comunicati stampa e documenti politici dell’esecutivo del partito. Le carte conservano anche i materiali archivistici prodotti da Di Donato durante il suo incarico al dipartimento ambiente e territorio del Psi, con dossier in copia relativi a leggi su condoni edilizi, referendum sulla caccia, relazioni del ministero dell’ambiente per la protezione e il risanamento ambientale, nonché documentazione di sostegno alla sua attività di deputato.

Collegio nazionale dei probiviri, bb. 10, fascc. 200, registri 3, fotografie 15, manifesti 7, bobina audio 1 (1962-1971)
Materiali di segreteria del Collegio nazionale dei probiviri relativi in prevalenza al biennio dell’unificazione socialista 1966-1968, nel quale la presidenza era affidata congiuntamente a Belli e Martuscelli. Essi testimoniano l’attività giudicante dell’organo in relazione ad episodi di denunce a vario titolo a carico di iscritti, segnalati dalle stesse sezioni o federazioni provinciali, nell’ambito delle quali erano attivi i collegi provinciali dei probiviri. I protocolli di corrispondenza, l’attività interna del collegio e una raccolta ben strutturata delle pratiche disciplinari, costituiscono le sottoserie in cui l’intera documentazione è stata articolata.

Protocolli della corrispondenza, registri 3 (1965-1968)
Registri di protocollo della corrispondenza in arrivo e in partenza dal 30.9.1965 al 14.11.1966; dal 3.11.1966 al 15.3.1968 e dal 17.3.1968 al 20.10.1968.

Segreteria ed attività interna, fascc. 14, bobina audio 1 (1966-1971)
Raccolta numerata della corrispondenza, delle lettere di convocazione, dei comunicati per l'”Avanti!” e di rassegna stampa. Appunti manoscritti e stenografati dei verbali delle riunioni del collegio dal 1966 al 1968, con contabilità relativa alle stesse riunioni o a viaggi di lavoro. La documentazione si compone, inoltre, di corrispondenza relativa ai congressi provinciali dei probiviri, nonché ad una raccolta lacunosa dei provvedimenti disciplinari attivati dal collegio.

Pratiche d’intervento del collegio, fascc. 186, fotografie 15, manifesti 7 (1962-1971)
Le pratiche di intervento diretto del collegio – risposte a quesiti degli aderenti, a ricorsi, a denunce, quando non a sospensioni dal partito ed altre sanzioni- sono conservate in modo estremamente ordinato, con una struttura archivistica pensata in sede di archivio corrente. Sono presenti fascicoli con numerazione progressiva relativi a singoli casi personali, nonché un nucleo in cui i singoli interventi nominativi sono conservati in unità relative alle federazioni, organizzate secondo la regione di appartenenza.

Comitato centrale, bb. 4, fascc. 24 (1953-1978)
Serie archivistica con documentazione lacunosa enucleata in sede di riordino con criterio tematico, comprendente la raccolta dattiloscritta ed in bozza di stampa degli interventi di Francesco De Martino, Pietro Nenni, Riccardo Lombardi e Bettino Craxi al Comitato centrale. Verbali di sedute e rassegna stampa.

Sezione quadri – ufficio personale, bb. 2, fascc. 225, fotografie 25 (1944-1971)
La documentazione della sezione è estremamente lacunosa e relativa a due archi cronologici distinti. Un primo nucleo si riferisce alle carte del 1944-1952 ed il numero di protocollo con cui essa viene identificata (12) è condiviso dalla sezione amministrazione. Si tratta di documentazione sul personale della direzione del partito, sia di esponenti politici di rilievo, che a livello esecutivo, con schede biografiche individuali. Del personale esecutivo sono conservate le pratiche amministrative relative alla iscrizione al partito, alle indennità di servizio, alle funzioni svolte ed al pensionamento. Un secondo nucleo del materiale archivistico risale alla fine degli anni ’60, quando l’ufficio era diretto da Vittorio Giordano e si compone comunque di fascicoli originali nominativi articolati in ordine alfabetico, in ragione di una ristrutturazione dell’organico nazionale; in questo caso ilnumero di protocollo degli atti (3) è lo stesso della sezione organizzazione.

Sezione – ufficio organizzazione, bb. 156, fascc. 1817, faldoni 16 (1946-1993)
La documentazione della sezione copre, malgrado le inevitabili lacune, l’intero arco cronologico della vita del partito nel secondo dopoguerra. Predisposta al potenziamento delle strutture del partito sul territorio, la sezione organizzazione, come le altre della direzione, subisce varie trasformazioni al proprio interno, con vari e significativi avvicendamenti alla propria guida, da Rino Formica, negli anni ’70, a Angelo Tirabaschi e Paris Dell’Unto, negli anni ’80 e ’90. Il cospicuo materiale conservato è stato suddiviso in dieci sottoserie.

Attività interna, bb. 7, fascc. 89
Fascicoli relativi alla emanazione di circolari ed alla corrispondenza con altri uffici e dipartimenti della direzione del partito, con il Collegio nazionale dei probiviri, con il Comitato centrale, con partiti politici e organi di stampa. Un ampio nucleo della corrispondenza è dedicata al tesseramento ed alle strategie politiche per la sua realizzazione, all’organizzazione del lavoro ed alle relazioni di settori specifici delle federazioni provinciali e dei Nas, all’elaborazione di orme congressuali. Fanno parte di questa sottoserie anche le carte personali di Angelo Tiroboschi e di Paris Dell’Unto.

Corrispondenza con le federazioni, bb. 34, fascc. 381
Corrispondenza con le singole federazioni provinciali del partito in fascicoli originali articolati secondo il criterio alfabetico. Le carte relative al periodo dell’unificazione socialista, inoltre, presentano un primo raggruppamento generale costituito in base alla regione geografica di appartenenza. I fascicoli originali degli ultimi anni ’80, infine, contengono le domande di iscrizione al partito con schede personali in copia.

Comitati regionali, bb. 3, fascc. 49
Nucleo di fascicoli di corrispondenza ed allegati con i comitati regionali raggruppati secondo il comune denominatore della regione geografica di appartenenza.

Struttura delle federazioni, bb. 14, fascc. 247
Risale ai primi anni ’50 un primo tentativo, da parte della direzione del partito di approntare un’indagine finalizzata al reperimento dei dati relativi al patrimonio organizzativo delle varie federazioni provinciali, perfezionato negli anni dell’unificazione con il Psdi.

La documentazione si presenta in forma di schede prestampate siglate da codici di riferimento distinti, con l’aggiornamento dei dati relativi agli elenchi delle sezioni e dei Nas.

Struttura del partito, bb. 3, fascc. 32, faldoni 2
Nelle carte giunte con il secondo versamento documentario, è stato individuato un nucleo di materiale dedicato, in particolare, alla riorganizzazione delle strutture periferiche del partito nel loro complesso.

Tale è infatti, alla fine degli anni ’70, il compito principale del partito, già svolto in precedenza con particolare riferimento alle federazioni, nell’acquisizione sistematica dei dati della composizione e del patrimonio immobiliare delle singole sezioni, federazioni, comitati di zona, comitati comunali e regionali.

Tesseramento, bb, 63, fascc., 539, faldoni 14
L’attività relativa al tesseramento degli iscritti e al rafforzamento delle strutture e dell’organico socialista è sempre stato il compito principale della sezione fin dagli anni ’50, quando questo veniva effettuato mediante appositi moduli per il reperimento di dati statistici.

In seguito tale pratica verrà progressivamente intensificandosi e perfezionandosi con l’invio di prospetti riassuntivi con dati elettorali e dati anagrafici dei singoli iscritti, moduli per la prenotazione delle tessere annuali suddivisi per sezioni e loro ricevute.

Alcuni faldoni conservano i moduli continui appositi elaborati dal centro elettronico del partito con il tesseramento degli iscritti divisi per federazione relativamente al periodo 1988-1990.

Congressi, bb, 27, fascc., 383
Materiale dei congressi provinciali con i verbali ed i nominativi per le deleghe di rappresentanza ai congressi nazionali, ordini del giorno, testi di interventi, mozioni votate, norme congressuali. Circolari, corrispondenza, materiali preparatori, relazioni, risoluzioni conclusive del XXXII congresso nazionale (1956) e del XXXVII (1966), per poi riprendere negli anni ’80 con il XLI congresso (1978), il XLII (1981), il XLIII (1984), il XLIV (1987), il XLV (1989), ed il XLVI (1991). Vi sono anche corrispondenza e documentazioni della Commissione nazionale di garanzia in previsione dei congressi nazionali.

Convegni e conferenze, b. 2, fascc. 58
Materiale dei seminari e giornate di studio organizzati dalla sezione, fra i quali si segnalano i convegni paralleli svolti a Napoli nel marzo del 1960 per i problemi politici e organizzativi dell’Italia meridionale e, nell’aprile dello stesso anno a Bologna, per i problemi dell’Italia del centro-nord.

Si segnala, inoltre, fra gli appuntamenti di maggior spessore politico, la documentazione relativa alla Conferenza nazionale del programma, tenutasi a Rimini il 31 marzo-4 aprile 1982.

Assemblee nazionali, b. 2, fascc. 28
Fascicoli relativi alla seconda metà degli anni ’80 con elenchi e schede dei partecipanti alle assemblee provinciali e regionali, con deleghe per le assemblee nazionali e votazioni dei documenti politici.

Elezioni, fascc. 4
Corrispondenza relativa alla circolare n. 129 del 30 ottobre 1967 emanata dalla sezione organizzazione, in relazione alle elezioni politiche del 1968.

Sezione amministrazione, bb. 68, fascc. 584, registri 50, blocchetti 67, schedari 4, rubrica telefonica 1, manifesti 1, fotografie 6 (1944-1977)
Il materiale conservato relativo a tale settore operativo della direzione del Psi si concentra in un trentennio, nel periodo in cui alla guida della sezione si sono succeduti prima Oreste Lizzadri come responsabile dell’esecutivo e poi Francesco Lami, Luciano De Pascalis ed Argirio Bergamaschi. Sono state previste sottoserie archivistiche in relazione ai nuclei documentari afferenti a tematiche distinte.

Corrispondenza con le federazioni, fascc. 307 (1952-1966)
Nucleo separato di corrispondenza ed allegati in partenza ed in arrivo dalle federazioni provinciali e federazioni italiane all’estero del Psi, ordinatamente fascicolate con criterio alfabetico dall’archivio corrente del partito. Da un punto di vista tematico si segnala la richiesta di contributi per il funzionamento e la dotazione di strumenti vari delle sedi periferiche.

Regioni e comitati regionali, bb. 2, fascc. 23 (1947-1961)
Corrispondenza ed allegati delle stesse federazioni provinciali del Psi ordinate dall’archivio corrente secondo il comune denominatore della regione geografica di appartenenza.

I fascicoli sono, inoltre, relativi quasi completamente al rendiconto dei mezzi di dotazione delle federazioni stesse ed afferiscono cronologicamente ad un periodo limitato. Più lacunosa è la corrispondenza dei Comitati regionali, dei quali si conservano documenti relativi alla Regione Sicilia, Lazio, Abruzzo, Sardegna e Lombardia.

Corrispondenza generale della sezione, fascc. 61 (1944-1971)
Missive con allegati contabili ricevute o indirizzate a dicasteri dello Stato, quali Ministero del lavoro e il Ministero delle poste e telecomunicazioni, enti e istituti fra cui l’ Anpi – Comitato pace, la Cgil, l’ Inail, l’Aci, la Rai-tv, l’Alleanza nazionale contadini e la Cooperativa Rinascita. Si segnala in particolare la corrispondenza intrattenuta fin dagli anni dell’immediato dopoguerra con l’Inps, proprietaria dei locali affittati dal partito sia per la sede centrale di via del Corso, sia quelli di piazza Adriana occupati dall’ex Pd’A, sia quelli di Via Gregoriano, sede dell'”Avanti!”. Fra la documentazione relativa ai partiti politici, rimangono alcune carte del Pd’A, recuperate probabilmente nei locali di piazza Adriana ed un nucleo di lettere indirizzate dalla Direzione del Pci, spesso a firma di Palmiro Togliatti.

Documentazione contabile della direzione nazionale, fascc. 24, registri 49, blocchetti 26 (1946-1977)
Bilancio consuntivo esercizio 1948 e bilancio esercizio 1952, con relazioni allegate; bilancio patrimoniale 1947, 1948, 1949; relazioni economico finanziaria per il XXVIII congresso. Ricevute della Banca nazionale del lavoro e dalla Banca commerciale italiana; fatture viaggi e preventivi di tipografie, case editrici ed istituti culturali, quali Cei, Einaudi, Istituto Luce; preventivi forniture correnti; registri di prima nota cassa relativi al tesseramento delle federazioni, alle sottoscrizioni “Avanti!”.

Resoconti amministrativi delle federazioni, fascc. 136, blocchetti 41, schedari 4 (1950-1969)
Situazione amministrativa delle federazioni del partito, con questionari mensili e prospetti riassuntivi delle situazioni debitorie di ogni federazione. Documentazione relativa al tesseramento, con blocchetti delle matrici dei buoni spedizioni tessere ed i prospetti riassuntivi delle tessere inviate alle federazioni, per il 1958, 1966, 1967 con corrispondenza e circolari relative. Elenchi contributi ordinari ad attivisti, alle federazioni, ai quadri sindacali con le copie della corrispondenza con le indicazioni degli assegni e delle cifre emesse; contributi straordinari per il sostentamento del Mgs, per i congressi provinciali del 1964, per le elezioni amministrative del 1965 e politiche del 1967; schede riassuntive degli importi e delle spese delle federazioni dal 1965 al 1968.

Elezioni e materiale propagandistico, fascc. 13, manifesti 1, fotografie 6 (1951-1973)
Risultati dell’inchiesta elettorale delle elezioni del 1951 e relazioni amministrative sui contributi e sulla dotazione di mezzi e materiale propagandistico per la campagna elettorale del 1953, con consuntivi post-elettorali. Sottoscrizioni e riepiloghi versamenti per elezioni politiche del 1958; per le elezioni amministrative del 1960, del 1964 e del1966; per le elezioni regionali in Sicilia nel 1959 e nel 1967 ed in Sardegna nel 1965; richieste contributi da parte delle federazioni per le campagne proselitismo del 1966-1967 e del 1968-1969. La documentazione si compone prevalentemente di riepiloghi di contributi e rendiconti delle spese dei materiali per le campagne elettorali, quali manifesti, volantini, striscioni, adesivi, con elenchi relativi alle dotazioni delle singole federazioni del partito.

Periodici socialisti, fascc. 17, registri 1 (1944-1967)
Atto notarile di costituzione de “La Voce” di Napoli nel 1946 e della azienda editoriale “Vega” nel 1944. Consuntivi amministrativi e situazione patrimoniale di “Mondo Operaio” per il periodo 1949-1961; rendiconti amministrativi dei periodici “Orientamenti” del 1948, “Gioventù Socialista” per il 1953-1955, “La Conquista” del 1955-1957, “L’Attivista” del 1953-1957; stato attivo e passivo dell'”ufficio diffusione edizioni” nel periodo 1953-1957; situazione debitoria di “Propaganda socialista” per gli 1955-1956 e “La Campagna” del 1953. Campagna di sottoscrizione per “L’Avanti!” per gli anni 1952, 1953, 1958-1959, 1962-1967.

Inventari e indirizzi, fascc. 3, rubrica telefonica 1, (1947-1975)
Inventari patrimoniali del partito relativo ad immobili, autovetture, oggetti e suppellettili in uso, macchine da scrivere. Numeri telefonici interni, delle federazioni provinciali e regionali. Elenchi dei membri del Comitato centrale, della Direzione, dei segretari delle federazioni, con indirizzi dei deputati e senatori; rubrica telefonica.

Sezione stampa e propaganda, bb. 116, fascc. 1106, rubriche 5, fotografie 178, manifesti 36, monografie 3 (1952-1993)
Sezione operativa di indiscussa centralità nella vita del partito ha assorbito nel corso degli anni competenze assai delicate e rappresentative dell’attività politica del Psi, nella promozione e realizzazione dell’informazione a stampa e nella realizzazione degli strumenti di propaganda socialista a livello nazionale e locale, progetti ai quali si sono dedicati con continuità i vari responsabili della sezione da Livio Trentin, a Michele Amodeo, Luciano De Pascalis, Giuseppe Manfrin. In base ai settori di intervento ed alla tipologia del materiale sono state create le sottoserie archivistiche.

Segreteria, bb. 44, fascc. 549, rubriche 5, fotografie 7, manifesti 18 (1952-1988)
Corrispondenza con le federazioni provinciali, in relazione ad inchieste e indagini, prevalentemente sulla diffusione dei periodici socialisti e sull’accertamento delle attrezzature in dotazione. Corrispondenza generale della sezione con tipografie, redazioni di periodici, Rai-tv, altri uffici del partito e varie; documentazione relativa a celebrazioni e commemorazioni organizzate dal Psi, quali gli anniversari della Resistenza, quelli della fondazione del Psi, nonché in morte di indiscusse personalità politiche, fra cui Giacomo Matteotti e Rodolfo Morandi. Pratiche d’ufficio relative a tematiche specifiche; discorsi e testi politici di esponenti nazionali o provinciali con copie di discorsi politici di altri partiti; documentazione di lavoro e relazioni a stampa.

Commissione nazionale stampa e propaganda, bb. 1, fascc. 6 (1952-1958)
Carte della commissione formata da membri delle federazioni provinciali con verbali di riunioni, elenchi dei membri, corrispondenza e interventi.

Congressi del partito, bb. 3, fascc. 27 (1959-1972)
Documentazione relativa ai congressi del partito (dal 33° del 1959 al 40° del 1972) da leggersi in modo complementare rispetto a quella enucleata nella serie tematica. Dei grandi appuntamenti del partito, infatti, essa conserva solo le carte espressamente indirizzate a Giuseppe Manfrin, responsabile della sezione, che si compongono in particolare di elenchi per la predisposizione di inviti alla stampa ed alle personalità del mondo politico e culturale, nonché corrispondenza per l’invio di tessere di riconoscimento. I testi dei comunicati stampa e dei verbali delle relazioni congressuali sono presenti in quanto destinati integralmente o parzialmente alla stampa sui periodici del partito.

Conferenze e convegni nazionali e internazionali, bb. 7, fascc. 44, manifesti 6, fotografie 13 (1949-1977)
Programma dei lavori, inviti, corrispondenza e comunicati, elenchi dei partecipanti, interventi, bozze di stampa e rassegna stampa di convegni regionali e interregionali delle federazioni del partito, o comunque di convegni e conferenze di argomento culturale, economico, politico e sociale promossi dalla sezione o comunque dalla direzione del Psi ed ad essa giunti per l’organizzazione promozionale e la pubblicazione degli atti. Parte della documentazione è, invece, relativa ad incontri su problematiche politiche di carattere internazionale, in particolare sul Medio Oriente e sulla situazione politica africana.

Campagna sottoscrizione “Avanti!”, bb. 10, fascc. 81, fotografie 4 (1948-1976)
La sezione stampa e propaganda che nei primi anni ’50 è diretta da Livio Trentin, intraprende un’opera di sensibilizzazione presso le federazioni provinciali del partito, delle sezioni e dei comitati regionali per la campagna di abbonamenti dell'”Avanti!”, nelle sue edizioni feriali, festive e straordinarie, obbiettivo che coinvolgeva, per mandato del Comitato centrale, sia la sezione amministrazione che quella di stampa e propaganda. La documentazione si compone, per i primi anni, delle circolari della sezione con indicate le modalità della conduzione della sottoscrizione e della corrispondenza con le federazioni e relativi verbali di seduta delle riunioni, con resoconti e prospetti riassuntivi della stessa campagna abbonamenti. Fra la corrispondenza si segnalano alcune lettere, in arrivo o in partenza, del direttore dell'”Avanti!” Gianni Bosio. La campagna di abbonamenti, inoltre, veniva sostenuta attraverso un supporto propagandistico ed organizzativo che prevedeva una rete di iniziative e di manifestazioni, delle quali le carte conservano i calendari, i programmi, oltre ai manifesti, i volantini, i pieghevoli, i bollettini interni a stampa o in ciclostile. La documentazione successiva testimonia, inoltre, anche gli aspetti amministrativi, quali i prospetti delle vendite a Milano ed a Roma, la contabilità generale della campagna abbonamenti e i dati della tiratura del periodico.

Ufficio spedizioni, bb. 3, fascc. 19 (1956-1976)
Veline, buoni consegna, circolari, prospetti riassuntivi regionali e provinciali, ricevute spedizioni dell’invio manifesti, volantini e altro materiale propagandistico effettuato dalla sezione.

Elezioni e materiale propagandistico, bb. 14, fascc 126, fotografie 54, manifesti 11 (1953-1978)
Corrispondenza che la sede centrale intrattiene con le federazioni provinciali con particolare riferimento all’organizzazione dei comizi elettorali, all’invio di materiale propagandistico, ai resoconti di risultati elettorali dei singoli collegi nel territorio di competenza. Come allegati alla corrispondenza o comunque ad essa connessi per affinità tematica, i fascicoli conservano tali prospetti riassuntivi e molto materiale propagandistico prodotto spesso dalle singole federazioni. La documentazione si compone, inoltre, di elenchi, rassegna stampa, stesure dattiloscritte per l'”Avanti!” dei programmi elettorali del Psi ed a stampa di altri partiti politici, distinte di programmazione per propaganda cinematografia. In particolare, i materiali sono relativi alle elezioni amministrative per la Regione Sardegna del 1957, del 1965, del 1969 e del 1974; per la Regione Sicilia del 1959, del 1963 e del 1967; della Regione Trentino Alto Adige del 1964; della Regione Valle d’Aosta del 1973; della Regione Friuli Venezia Giulia del 1964 e del 1973; delle elezioni amministrative generali del 1960, 1962,1964,1966, 1968, 1970, 1972, 1973, 1974; oltre che delle elezioni politiche del 1953, 1958, 1963, 1968; ed, infine, del referendum sul divorzio del 1972 e delle europee del 1978.

Periodici socialisti, bb. 2, fascc. 16, fotografie 10, (1960-1973)
Corrispondenza della direzione e materiali preparatori dei numeri dei periodici, con bozzetti per la parte grafica, prime stesure dattiloscritte dei testi e relative bozze di stampa dei periodici “Argomenti socialisti” e “Propaganda socialista”.

Materiale iconografico, bb. 6, fotografie 90, manifesti 1 (1961-1974)
Serie di taglio tematico costituita in sede di riordino in relazione alla documentazione relativa ai materiali preparatori di opuscoli e manifesti finalizzati a singole campagne promozionali del Psi. Le carte, infatti, conservano la corrispondenza, gli appunti, i menabò con relativi interventi correttori, i progetti grafici, oltre che i prodotti finiti ed i resoconti di spedizione, elaborati sia dalla sede romana del partito, sia dalle federazioni provinciali. Si segnalano, in particolare, gli opuscoli informativi sul turismo e spettacolo, sulle pensioni e sulla politica regionale, nonché i manifesti per le campagne di tesseramento e quelli di propaganda su argomenti specifici, quali fra gli altri, le celebrazioni di anniversari della Resistenza, la scuola e il divorzio.

Volantini e pieghevoli politici, b. 1, fascc. 11
Materiale prodotto dal Psi, ma anche da altri partiti politici italiani, quali la Dc, il Pci, il Msi, il Psiup e le sessioni e federazioni degli stessi partiti. Si segnalano volantini sui braccianti e leggi agrarie e del mezzogiorno, volantini personali dei singoli candidati o uomini politici, problema della casa, unità sindacale, propaganda anticomunista degli anni ’50. I pieghevoli sono spesso relativi a inviti per convegni e conferenze del partito.

Rassegna stampa, bb. 26, fascc. 237, monografie 3 (1955-1978)
Ampio nucleo di ritagli di stampa provenienti dall’emeroteca del Psi e dedicati ad argomenti specifici di politica italiana e internazionale tratti dai maggiori quotidiani italiani. Molte sono le fascicolazioni originali dell'”Avanti!” organizzate secondo scansioni tematiche spesso relative allo stato dei lavori politici degli organi del Psi, quali il Comitato centrale e la direzione. Sono conservati opuscoli ed estratti con discorsi a stampa di esponenti del Psi, una raccolta di periodici o bollettini in ciclostile provenienti da ambasciate di paesi stranieri, soprattutto dall’Ambasciata dell’Urss in Italia, nonché rassegna stampa, opuscoli e pieghevoli provenienti dal mondo cattolico.

Sezione / Dipartimento internazionale, bb. 150, fascc. 1283, registro di protocollo 1, diapositive 3, fotografie 26, periodici e materiali a stampa 4 buste (1956-1993)
La documentazione di carattere internazionale, afferente prima alla sezione poi, con cambio di denominazione, al dipartimento, mostra una notevole continuità tipologica e tematica fra i due momenti dell’attività e della operatività di tale struttura del partito. I materiali relativi al primo versamento delle carte del fondo (1956-1978), oggetto, come già ricordato, di un inventario analitico a stampa, sono stati pertanto integrati con le nuove acquisizioni, sulla base delle sottoserie archivistiche individuate nella prima analisi inventariale.

Corrispondenza e attività del dipartimento, bb. 34, fascc. 582, registro di protocollo 1, fotografie 26, diapositive 3 (1964-1993)
Fascicoli originali ordinati con criterio alfabetico di corrispondenza che la Direzione del Psi invia e riceve dalle sezioni e federazioni provinciali italiane e italiane all’estero, nonché con i ministeri degli esteri, del commercio con l’estero, del bilancio, dei lavori pubblici, della sanità, con i partiti politici e privati. Inviti alle ambasciate ed ai rappresentanti di partiti politici stranieri per i congressi nazionali del Psi, con elenchi dei partecipanti, programmi e comunicati stampa; materiali dattiloscritti ed a stampa dei convegni promossi dal partito, soprattutto in relazione ai diritti umani ed a problematiche internazionali. Un ampio segmento documentario è dedicato alla raccolta degli scritti e delle interviste rilasciate da Margherita Boniver alla guida del dipartimento negli anni ’80 e ’90 ed alla corrispondenza indirizzatale in tale veste.

Comunità europee, bb. 24, fascc. 87, periodici una busta (1957-1989)
Documentazione relativa al Consiglio e Commissione delle Comunità europee, Parlamento europeo, Consiglio d’Europa, Consiglio dei comuni d’Europa, Ufficio di collegamento dei partiti socialisti della Comunità europea, nonché di tutti i gruppi di lavoro e delle commissioni. Per quanto concerne le tipologie documentarie ricorrono con una certa frequenza gli ordini del giorno, le liste dei partecipanti, i processi verbali, i resoconti e le risoluzioni delle riunioni e delle sessioni di tali organismi internazionali, materiali conservati sia nella loro prima redazione francese e che nelle traduzioni delle altre lingue comunitarie.

Internazionale socialista, bb. 22, fascc. 218 (1967-1993)
Circolari, ordini del giorno, processi verbali e risoluzioni adottate in occasione di riunioni e convegni, promossi dall’organizzazione socialista mondiale. Tali documenti vengono inviati dal segretario generale, prima Albert Carthy, poi Hans Janitschek o dal presidente Bruno Pitterman ai partiti membri del bureau, ai gruppi di studio ed alle commissioni. Materiali congressuali, in particolare relativi al congresso di Vancouver del 1978, alla conferenza sul disarmo di Helsinki dello stesso anno, ed al XVIII congresso dell’Internazionale Socialista di Stoccolma del 1989.

Paesi stranieri, bb. 53, fascc. 480 (1956-1993)
Corrispondenza con ambasciate, partiti politici ed ambasciate straniere, commenti e resoconti di avvenimenti internazionali elaborati dai responsabili della sezione. Raccolta di materiale informativo ad ampio raggio su tutte le nazioni del mondo con ritagli di stampa, bollettini, opuscoli, notiziari di periodicità non definita.

Organizzazioni internazionali, bb. 3, fascc. 20 (1965-1991)
Rapporti e documenti di lavoro prodotti dalla Nato, dall’Onu e da Amnesty international. Corrispondenza intrattenuta da Margherita Boniver con i rappresentanti di tali organismi; documentazione relativa al Patto di Varsavia e all’Ueo.

Enti e associazioni, bb. 11, fascc. 123 (1965-1991)
Corrispondenza e documentazione di studio e di ricerca prodotta da istituti ed associazioni culturali, nonché enti di varia natura, italiani ed internazionali. Materiali a stampa. Periodici di enti ed istituti di ricerca, atti parlamentari relativi ad argomenti internazionali, bollettini ed agenzie di stampa.

Sezione enti locali, bb. 19, fascc. 1434, periodici 1, monografie 1 (1960-1977)
Ufficio di vitale importanza nella struttura complessiva del Psi aveva il compito di promuovere le iniziative politiche e amministrative del partito riguardanti le autonomie locali. In seguito la sezione coordinerà anche l’ufficio elettorale. Le carte si suddividono in cinque sottoserie: Corrispondenza e atti, fascc. 21. Corrispondenza che la sezione centrale intrattiene con i sindaci o vicesindaci dei comuni italiani, in relazione ad una iniziativa promossa dal responsabile della sezione Achille Corona. Il Psi, come altri partiti curò, infatti, il riferimento completo degli elenchi degli emigrati nei paesi europei, al fine di inviare loro materiale propagandistico ed indicazioni elettorali. Le carte, giunte in forma lacunosa, sono state fascicolate in fase di riordino con criterio alfabetico. Carte Matteotti-Nicolazzi, fascc. 1283. Questa sottoserie raccoglie le carte prodotte dalla sezione durante il periodo dell’unificazione, sotto la guida di Matteo Matteotti e Franco Nicolazzi. Si tratta di un nucleo ordinato con relativa sigla di riconoscimento e numero di protocollazione, di fascicoli originali di corrispondenza e comunicati, ordinati alfabeticamente in base alle federazioni provinciali, al loro interno strutturati in sottofascicoli relativi alle singole sezioni. Stesso criterio era stato adottato applicandolo alle iniziali dei nomi dei corrispondenti, relativamente ai fascicoli di posta in partenza ed in arrivo, intrattenuta dall’ufficio con associazioni, cooperative, enti locali, banche ed imprese commerciali. Fra questi si segnala un’ampia e dettagliata documentazione dell’Anci, con elenchi degli organi e delle commissioni, avvisi di convocazioni a riunioni, con interventi, risoluzioni e bilanci, oltre alla corrispondenza ordinaria. Carte Giovanni Mosca, fascc. 12 . Fascicoli personali di Giovanni Mosca, in cui sono confluiti documenti che afferiscono alla sua carica di vice segretario del partito, sovrapposti a quelli specifici dell’ufficio, quali contestazioni per le liste comunali e provinciali, appunti per la gestione commissariale delle giunte comunali e provinciali, oltre a carte provenienti da alcune sezioni del Psi.

Consigli di quartiere, fascc. 3, monografia 1, bollettino 1
Carte relative al periodo della guida dell’ufficio di Silvano Labriola, con corrispondenza e circolari, documentazione relativa ai regolamenti dei consigli di quartiere e consigli di zona di vari comuni italiani, nonché la monografia del convegno ‘Enti locali e università’, organizzato dalla sezione, nel novembre 1976.

Proposte e disegni di legge, fascc. 115
Fascicoli originali con appunti manoscritti e dattiloscritti, corrispondenza e rassegna stampa, relativi alle singole proposte di legge di argomento riguardante la politica delle autonomie locali.

Dipartimento enti locali, bb. 69, fascc. 1203, fotografie 2 (1977-1993)
Con la trasformazione e la ristrutturazione interna delle sezioni operative del partito gli enti locali diventano dipartimento, cambiamento rispetto alla precedente esperienza della sezione attestato anche dal diverso numero della protocollazione della corrispondenza. Dopo il congresso di Palermo del 1981, la responsabilità dell’incarico verrà affidata a Giuseppe La Ganga, proveniente da una lunga militanza nel settore a livello provinciale e membro del Comitato centrale del partito dal 1978. La documentazione pervenuta di tale ufficio, che raccoglie anche proposte di legge a stampa e materiali prodotti dal transitorio ufficio regioni affidato a Sergio Moroni, è stata articolata in tre sottoserie.

1) Corrispondenza e pratiche d’ufficio.
2) Corrispondenza con le federazioni provinciali del partito, ma anche con le province, i comuni, con l’Aiccre, e l’Upi e i comitati regionali, oltre che con gli uffici interni della direzione. Vengono conservati, qui anche gli articoli ed i materiali preparatori degli scritti del responsabile dell’ufficio La Ganga.
3) Elezioni . Dati statistici, prospetti riassuntivi, elenchi nominativi, materiali preparatori per la formazioni delle liste dei candidati relativi in particolare alle elezione politiche del 1987, alle amministrative del 1977, alle regionali del 1986,1988,1990,1991, 1993, alle comunali del 1988, 1989,1990, 1991, 1992, 1993, alle provinciali del 1988, 1990, 1993, nonché dei referendum del 1980 e del 1991 e delle elezioni europee del 1984 e del 1989. Carte Arturo Bianco. Direttore dell’ufficio enti locali dal 1987 al 1989, con compiti estesi anche all’ufficio elettorale, le carte di Bianco si compongono di documentazione in copia, rassegna stampa, resoconti elettorali e corrispondenza personale degli anni 1988 e 1989.

Carte Alberto Cenerini, bb. 8, fascc. 67, periodici 3 (1979-1993)
Responsabile dell’ufficio elettorale, dati e documentazione, un primo nucleo dei materiali conservati da Cenerini è, infatti, relativo ai dati elettorali e statistici, a partire dai riassunti elettorali del 1979 con particolare riferimento alle elezioni europee del 1989 ed alle comunali del 1985 e 1990. Si conservano, inoltre, elenchi dei consiglieri eletti per regione e saggi dattiloscritti sui comportamenti elettorali effettuati da istituti di ricerca. Un altro nucleo archivistico è, invece, relativo alla sua attività di commissario della Commissione nazionale di garanzia, incaricato presso le federazioni di Tivoli e Guidonia nel 1990 e 1992.

Sezione autonomie regionali, bb. 10, fascc. 110, fotografie 9, manifesti 3, periodici 42 (1960-1977, con documenti in copia del 1953)
Predisposta con il compito di curare la politica del partito circa il dibattito regionale, soprattutto negli anni dell’istituzione delle regioni a statuto ordinario, la sezione viene guidata per il 1969-1970 da Roberto Palleschi, a cui succede, prima Angelo Grimaldi poi Nevol Querci. Le sottoserie archivistiche sono state individuate sia in base alla tipologia documentaria delle carte, sia con criterio tematico.

Corrispondenza ed atti, fascc. 62, fotografie 9, manifesti 3 (1968-1976)
Fascicoli dedicati alla corrispondenza intrattenuta dalla sezione con i comitati regionali, con i consigli regionali, con le federazioni provinciali del partito e delle organizzazioni sindacali, ordinati per singole regioni con criterio geografico. Allegati alla corrispondenza o comunque conservati nelle carte, compaiono gli elenchi con la completa composizione di giunte e consigli delle regioni, elenchi dei membri dei Nas, sezioni e federazioni del Psi.

Documentazione, disegni di legge e statuti, fascc. 33, periodici 42 (1960-1977)
Documenti e relazioni politiche sulla composizione e sugli indirizzi di politica regionale e di programmazione economica; proposte, disegni e testi di leggi regionali in materia urbanistica e finanziaria, testi definitivi della contabilità e del bilancio accompagnati da relazioni, appunti manoscritti, rassegna stampa. Progetti di statuto e regolamento a stampa delle Regioni Toscana, Umbria e Marche. Raccolta dei Bollettini ufficiali delle Regioni Toscana, Emilia Romagna, Umbria, e Sardegna, nonché di altri periodici di argomento regionalista.

Convegni e riunioni, fascc. 15 (1970-1975)
Verbali delle riunioni organizzate dalla sezione con i capigruppo, i segretari, i consiglieri regionali, nonché della commissione Stato-Regioni, della commissione finanziaria, della commissione stato delle autonomie; materiali di convegni regionali.

Sezione economica, bb.9, fascc. 276, registri 1, bobina audio 1 (1959-1974)
Malgrado la consueta presenza di materiale a stampa che retrodatano la documentazione di questa serie archivistica alla fine degli anni ’50, le carte della sezione si inscrivono nel periodo vitale dell’esperimento politico costituito dall’unificazione Psi-Psdi, per contrarsi in relazione alle elezioni politiche dell’aprile 1968 ed in previsione di quel I congresso dell’unificazione socialista, che avrebbe dovuto provvedere ad una definitiva ridefinizione di tutta la struttura operativa del nuovo partito. Alla guida dell’ufficio, individuato dal numero ’13’ di protocollo, si avvicendano i nomi di Antonio Giolitti, Umberto Righetti, Gaspare Borsellino. L’attività della sezione si esprimeva prevalentemente in gruppi di lavoro formati per lo studio e lo sviluppo di particolari tematiche.

Corrispondenza della sezione, bb. 2, fascc. 188 (1966-1968)
Velinario della sezione, con copie di lettere a firma dei responsabili per il biennio 1966-1968 e corrispondenza varia, oltre a quella interna agli uffici del partito, intrattenuta con vari dicasteri dello Stato -Ministero del bilancio, Ministero del lavori pubblici, Ministero delle finanze- Camera dei deputati, Corte dei conti, istituti universitari, enti locali, firmata, fra gli altri, da Pietro Longo, Giacomo Mancini, Riccardo Lombardi, Nerio Nesi, Giovanni Pieraccini. Un ampio nucleo si compone, inoltre, di fascicoli dedicati ai rapporti con le singole federazioni provinciali e sezioni, raggruppati secondo la regione geografia di appartenenza, dove allegati alla corrispondenza si conservano verbali di riunioni, atti di convegni, rassegna stampa.

Commissioni e gruppi di lavoro, bb. 7, fascc. 88, registri 1, bobine audio 1, (1959-1974)
Materiali di lavoro e di studio – quali elenchi partecipanti, verbali, relazioni e interventi a riunioni, rassegna stampa e testi legislativi su argomenti specifici – delle Commissioni e dei gruppi di lavoro previsti per politica economica internazionale, problemi del credito, problemi del mezzogiorno programmazione, programmi elettorali, pubblica impresa, sicurezza sociale, trasporti, urbanistica e assetto del territorio.

Carte Francesco Forte – Dipartimento politiche economiche, bb. 10, fascc. 138 (1983-1992)
Responsabile di tale dipartimento della direzione del Psi, oltre che senatore e membro della sesta Commissione permanente al Senato per le finanze ed il tesoro, le carte costituiscono in realtà l’archivio privato in copia di Francesco Forte. La documentazione articolata in fascicoli tematici originali è, pertanto, relativa, a rapporti di istituti di credito sui problemi del Mezzogiorno o del Fondo monetario internazionale; relazioni provenienti da istituti di ricerca sul debito pubblico di paesi stranieri e sulla politica economica italiana, atti parlamentari a stampa e rassegna stampa, oltre alla corrispondenza con i maggiori rappresentanti del Psi e con esponenti politici internazionali.

Sezione Problemi dello Stato ed enti pubblici, bb. 12, fascc. 407 (1966-1972)
Materiali originali della sezione relativi alla ricostituzione dell’ufficio stesso dopo la scissione del Psi dal Psdi. Trattandosi, nella quasi totalità, di corrispondenza ed allegati a firma di Silvano Labriola, responsabile della sezione stessa, la documentazione è stata articolata in base alla tipologia degli enti corrispondenti, secondo la denominazione già adottata nell’archivio corrente. Si trova, quindi, la corrispondenza relativa a questioni politiche ed economiche di istituti di credito, camere di commercio, enti per il turismo, strutture ospedaliere, suddivisi con criterio provinciale; oltre alla corrispondenza con i comuni italiani ordinati alfabeticamente, con enti centrali e periferici dello Stato, con enti di assistenza, previdenza, enti a partecipazione statale, e con le strutture operative del partito stesso.

Dipartimento Problemi dello Stato – Carte Salvo Andò, bb. 17, fascc. 117, fotografie 12 (1978-1993)
Carte personali dell’onorevole Salvo Andò, membro della Direzione nazionale del Psi dal 1981 e da questa data responsabile di tale dipartimento. Si compongono di documentazione in copia, priva di timbro di protocollo, prodotta prevalentemente dalle Commissioni per le riforme istituzionali – della quale fu segretario-, della Commissione Affari istituzionali, della Commissione di inchiesta sul terrorismo e le stragi e della Commissione sulla protezione civile nell’ambito del Psi. Tipologicamente i materiali si presentano nella forma di pareri e progetti di legge a stampa o in dattiloscritto, relazioni, interventi e comunicati presentati a seminari o convegni. Ampia è la sezione della rassegna stampa dedicata a tali appuntamenti, suddivisa in fascicoli tematici e corredata da schede bibliografiche, nonché la raccolta degli articoli a stampa, interventi e scritti vari dello stesso parlamentare.

Congressi nazionali e internazionali, bb. 20, fascc. 179, manifesti 3 (1948-1975)
Materiali congressuali si trovano, ovviamente, conservati da varie sezioni ed uffici del partito in base alle proprie peculiarità e competenze, o da singole personalità politiche e, pertanto, nelle corrispettive serie archivistiche. Ma un ampio nucleo di tali materiali è stato articolato anche in una serie di taglio tematico, in quanto tali carte non recano i segni certi di una appartenenza ad un ufficio specifico che le avrebbe prodotte. In base, poi, al loro carattere nazionale o internazionale sono state create due sottoserie.

Congressi nazionali, bb. 18, fascc. 183, manifesti 3 (1948-1972)
Ordini del giorno, diari dei lavori, inviti, corrispondenza e comunicati, elenchi partecipanti e delegati, resoconti stenografici, risoluzioni, interventi, mozioni conclusive, bozze di stampa e rassegna stampa dei seguenti congressi nazionali del Psi: XXVI (Roma, 1948); XXVII (Genova, 1948); XXVIII (Firenze, 1949); XXIX (Bologna, 1951); XXX (Milano, 1953); XXXI (Torino, 1955); XXXII (Venezia, 1957); XXXIII (Napoli, 1959); XXXIV (Milano, 1961); XXXV (Roma, 1963); XXXVI (Roma, 1965); XXXVII (Roma, 1966); XXXIX (Genova, 1972). Si conservano, inoltre, fascicoli divisi per regione geografica relativi ad elenchi delegati, relazioni e verbali delle assemblee congressuali provinciali, in previsione degli stessi congressi nazionali.

Congressi internazionali , bb. 3, fascc. 11 (1957-1973)
Materiali congressuali relativi ai congressi dell’Internazionale socialista: VI (Vienna, 1957), VII (Roma, 1961), VIII (Amsterdam, 1963); a quelli dei Partiti socialisti della Comunità europea: V (Parigi, 1962), VI (Roma, 1964), IX (Bonn, 1973), oltre alla documentazione della IV conferenza degli stessi Partiti socialisti della Comunità europea (Strasburgo, 1960), del congresso Spd (Hannover, 1973) e del congresso mondiale per la pace (Mosca, 1973).

Sezione femminile, bb. 2, fascc. 107, manifesti 3 (1962-1990)
La documentazione si compone in larga parte di corrispondenza che la sezione femminile centrale, a nome delle responsabili Elena Caporaso ed Tullia Carettoni, intrattiene con le responsabili delle sezioni femminili del partito. Le carte già organizzate nell’archivio corrente dell’ufficio in fascicoli relativi alle singole federazioni provinciali ed ordinate con criterio alfabetico conservano, inoltre, atti parlamentari e relazioni dell’ufficio centrale politiche relativamente alla politica femminile.

Dipartimento politiche femminili, bb. 7, fascc.63, periodici una decina (1988-1993)
Materiali relativi alla politica del lavoro e dell’emancipazione femminile in Italia, ma anche all’estero con particolare riferimento ai paesi del Terzo mondo ed alla politica comunitaria, con documentazione a stampa in copia. Il lavoro politico dell’ufficio, del quale era responsabile Alma Cappiello, accoglieva l’esperienza della sezione femminile del Psi operativa già negli anni ’60 e veniva coordinato con il dipartimento internazionale della Direzione, dalla quale provengono molti materiali a stampa.

Sezione scuola e ricerca scientifica, bb. 5, fascc. 42 (1967-1978)
Carte giunte in stato di grande confusione, costituite in gran parte di materiale a stampa in fotocopia – giornalistico ma anche copie di atti parlamentari – da interpretarsi come documentazione di sostegno e di lavoro dei responsabili della sezione, Tristano Codignola, Giunio Luzzatto e Gianfranco Rescalli. I documenti afferiscono prevalentemente a provvedimenti legislativi, in bozza o in ultima stesura, in materia di riforma dell’ordinamento universitario e relativi emendamenti, nonché ai disegni di legge sulle norme per l’ordinamento scolastico, sui decreti delegati e sulle proposte di riforma dell’esame di maturità. Tipologicamente, a lato dei materiali a stampa, sono presenti relazioni della commissione scuola del partito, testi di conferenze stampa, appunti manoscritti e corrispondenza e circolari della sezione.

Carte Laura Sturlese – Dipartimento scuola, bb. 13, fascc. 84 audiocassette 6, periodici una decina (1984-1993)
Archivio in copia della documentazione prodotta da Laura Sturlese alla guida dell’ufficio scuola del Psi, ma anche materiali relativi alle forze armate, altro suo settore di competenza. In copia sono la corrispondenza, le relazioni a convegni e conferenze e, soprattutto i testi parlamentari. Le carte conservano, infatti, i disegni e i progetti di legge relativi alla riforma dell’autonomia scolastica e universitaria, nonché relativi alle scuole speciali di arti visive, al teatro ed ai conservatori di musica.

Carte Giulio Ferrarini – Dipartimento politica edilizia, bb. 3, fascc.41 (1984-1988)
Archivio personale di Giulio Ferrarini, membro della Commissione dei lavori pubblici della Camera dei deputati e responsabile del settore edilizia e politica della casa del Psi, che assorbe però anche competenze in materia di trasporti e di servizi sociali per il 1984-1988, con corrispondenza fascicolata in ordine alfabetico, interventi e interrogazioni parlamentari, testi di proposte di legge sui tratti autostradali italiani.

Dipartimento Sanità, bb. 37, ff. 261, monografie 6, bobina audio 1 (1987- 1993, con documentazione a stampa del 1975)
Velinario della corrispondenza del dipartimento per gli anni 1991 e 1992 e lettere indirizzate al responsabile dello stesso servizio Aldo Gabriele Renzulli, deputato promotore di molte proposte di leggi sull’argomento, con industrie farmaceutiche, scuole di formazione e diplomi universitari nel settore sanitario, oltre che con gli uffici interni della direzione del partito. In gran parte la documentazione si compone, però, di una raccolta di fascicoli originali relativi a testi legislativi, con particolare riferimento alle leggi delega della sanità, al piano sanitario nazionale per il triennio 1992-1994, a leggi regionali specifiche. Un nucleo è incentrato sui materiali relativi alla preparazione di seminari e convegni promossi dal partito e su pubblicazioni del Ministero della sanità.

Dipartimento Ambiente e territorio, bb. 1, fascc. 16, floppy disk 1, (1991-1992)
Documentazione del dipartimento guidato da Mauro Del Bue relativa alla corrispondenza dell’ufficio e a comunicati stampa, alle proposte di leggi comunitarie sull’ambiente e sull’inquinamento urbano. Materiali preparatori di convegni di taglio ecologico e raccolta degli articoli scritti per l’ “Avanti!” dallo stesso responsabile.

Dipartimento Servizi pubblici e sociali – Carte Mauro Sanguineti, bb. 1, fascc. 21, manifesti 3, fotografie 1, (1990)
Documentazione del dipartimento servizi pubblici a cui affluisce anche il settore trasporti, relativa, in particolare, alla riforma delle ferrovie dello Stato e del servizio autostradale. Materiali di studio provenienti dalla Commissione trasporti della Camera dei deputati e corrispondenza protocollata dell’ufficio.

Sezione emigrazione, fascc.1 (1974-1977)
Carte sciolte fascicolate in sede di riordino con corrispondenza, circolari e programmi di convegni.

Sezione agraria, fascc. 2 (1964-1977)
Carte sciolte fascicolate in sede di riordino con corrispondenza con federazioni provinciali in relazione ad una circolare del 1964;

Bozze di stampa Sezione cultura e studi, fascc. 2 (1955-1971)

Corrispondenza e relazioni a convegni organizzato dalla sezione. Archivio fotografico, bb. 3, raccoglitore 1

A lato delle fotografie conservate nei fascicoli originali di documentazione cartacea, l’archivio della direzione del Psi conta anche una raccolta di fotografie a colori ed in bianco e nero risalenti, in larga maggioranza, alla segreteria Craxi. I soggetti sono relativi a ritratti di esponenti del partito quali Pietro Nenni, Riccardo Lombardi e Bettino Craxi. Di quest’ultimo molte sequenze sono dedicate ai suoi viaggi all’estero. Fotografie di episodi di cronaca italiana, dei Festival dell'”Avanti!” e riproduzione fotografiche delle prime pagine di periodici politici di inizio secolo. Le diapositive, invece, sono relative a ritratti di esponenti politici del partito perla realizzazione di manifesti. Archivio audiovisivo e sonoro (1953-1989) La documentazione non cartacea dell’archivio veniva curata in prevalenza dalla sezione Stampa e propaganda e si articola tipologicamente in audiovisivi, in particolare film da 8, 35 e 56 mm., dedicati a convegni e congressi nazionali del partito; audiocassette, bobine e dischi contenenti registrazioni di sedute del comitato centrale e della segreteria, discorsi di Nenni e di Craxi.

Archivi aggregati

“Mondo Operaio”, bb. 1, fascc.4, fotografie 3 (1948-1958)
Elenco analitico dei fascicoli. Il settimanale politico “Mondo operaio” venne pubblicato a Roma a partire dal 4 dicembre 1948, sotto la direzione politica di Pietro Nenni. La documentazione conservata comprende corrispondenza, fra cui lettere indirizzate a Muscetta ed a Panzieri, articoli, novelle e poesie da pubblicare nel giornale; appunti ed interventi relativi alla Conferenza nazionale quadri del luglio 1952; relazioni dattiloscritte sulla Jugoslavia e sul movimento operaio di Punisa Perovic.

“Avanti!”, bb.12, fascc.72, fotografie 454 (1945-1962)
Elenco delle serie archivistiche. L’ “Avanti!”, quotidiano del Partito socialista italiano fondato nel 1896, edito in Francia durante il periodo fascista, riapparve clandestinamente a Roma e a Milano dopo il 25 luglio 1943. Durante la Resistenza continuò ad uscire come organo del Psiup. Il n. 1, a. XLIX, n.s., uscì a Milano il 26 aprile 1945. Dopo la scissione socialdemocratica del 1947, rimase di proprietà della maggioranza del Psiup, che riprese la vecchia denominazione di Partito socialista italiano.

Corrispondenti dell'”Avanti!”, bb. 9, fascc, 47, fotografie 454
Fascicoli originali con schede biografiche con foto-tessera e corrispondenza della redazione organizzati con criterio alfabetico o in base alla provincia di appartenenza.

Amministrazione, bb, 3, fascc. 24
Corrispondenza di tagli strettamente amministrativo fra la direzione del giornale e la direzione del Psi; ricevute della sottoscrizione per la campagna “Avanti!”; pagamento di fatture commerciali per attrezzature; bilanci e situazione patrimoniale del 1946; preventivi di spesa per le tirature del giornale; atto costitutivo della società editrice “Avanti!”.

Discorsi, fascc. 1
Discorso di Nenni al congresso di Venezia 1957.

Centro studi e documentazioni economico-sociali, bb. 6, fascc. 42, (1966-1982, con documenti antecedenti)
Il comitato direttivo del Centro studi si costituisce nel 1966 presso la sede romana del partito ed in un primo tempo viene diretto da Luigi Cafagna , a cui succede, nel 1971, come responsabile Federico Coen e nel 1975 Paolo Vittorelli. La segreteria ed il servizio biblioteca ed emeroteca viene affidato a Ghislana Sirovich. Il centro aveva il compito di curare alcune pubblicazioni periodiche del partito, quali “Il Segnalatore” uscito a partire dal 1971 ed anche i “Quaderni del Cest”, nonché organizzare gruppi di lavoro su temi specifici. La documentazione conserva, in modo assai lacunoso, i soli materiali d’ufficio e non della biblioteca.

Segreteria, fascc. 10 (1966-1980)
Raccolta ordinata della corrispondenza, relativa alla preparazione di convegni o ai contatti con riviste e con ditte e tipografie per la preparazione di materiali a stampa, conservata in schedari dove i singoli corrispondenti sono suddivisi in ordine alfabetico. Vi sono, inoltre, fascicoli di lettere commerciali e documentazione amministrativa, comunicati ed appunti di lavoro, documenti politici in originale o in fotocopia relativi alla Fgsi o alle Acli e Mpl, da cui Luigi Covatta, attivo membro e direttore nel 1980 del Cest, proveniva.

Gruppi di lavoro, fascc. 23 (1971-1977)
I gruppi di lavoro venivano formati per incarico della segreteria. Uno dei più attivi fu quello per le questioni regionali, che discuteva i decreti di trasferimento delle funzioni alle stesse regioni, elaborando documenti di orientamento politico del partito su tali argomenti. La documentazione di tale gruppo comprende corrispondenza ed ordini del giorno, verbali, mozioni delle sedute dei comitati regionali e consigli regionali, bozze di statuto e statuti delle Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio, Calabria, Campania, Marche e relativi regolamenti dei Consigli regionali. Venne creato, inoltre, un gruppo di lavoro di elaborazione delle tesi ideologiche del Psi, di cui le carte conservano solo uno schema di orientamento della ricerca, mentre un’ampia documentazione è quella prodotta dal gruppo di lavoro interessato alla promozione dell’agricoltura, soprattutto nelle regioni del mezzogiorno, che si compone anch’essa di interventi del responsabile del Cest Federico Coen, e di altri dattiloscritti relativi a convegni sul tema.

Convegni, fascc. 3 (1966-1975)
Atti completi di convegni nazionali promossi dal Cest in stesura dattiloscritta o testi di singoli interventi a tavole rotonde.

Rassegna stampa, fascc. 6 (1974-1982)
Fascicoli di rassegna stampa tematici predisposti dallo stesso ufficio e dedicati a casi di cronaca, ma soprattutto a argomenti politici, quali crisi di governo, la Fgsi o la politica regionale.

“Centro italiano di formazione sociale ‘G. Brodolini'”, b. 1, fascc. 15, registro 2, agende 2, rubrica telefonica 1 (1962-1964)
Carte del centro culturale fondato a Roma nel 1962 ,del quale si conserva parte della corrispondenza di Giacomo Brodolini ed Enrico Manca, l’atto costitutivo, oltre ad appunti e materiali di convegni.