ASSOCIAZIONE DI CULTURA POLITICA MOVIMENTO POLITICO DEI LAVORATORI

Archivio > Descrizione dei Fondi

Bb. 62, fascc. 879, tessere 14, agende 4, registri 13, schedario 1, fotografie 497, calchi 7 (1969-1973 con documenti del 1968). Elenco di consistenza delle serie e sottoserie archivistiche.

L’Associazione di cultura politica (Acpol) nacque a Roma l’8 marzo 1969 ad opera di un comitato promotore di cui faceva parte Livio Labor, esponente del mondo cattolico e presidente delle Acli dal 1961 al 1969. L’Acpol si dotò di un proprio organo di stampa, “Acpol notizie”, il cui primo numero uscì nell’ottobre 1969, e promosse un’intensa attività convegnistica per impulso di Labor, con l’adesione di Riccardo Lombardi e Lelio Basso. L’Acpol si trasformò successivamente nel Movimento politico dei lavoratori (Mpl), che si dotò a sua volta di un organo di stampa, “Alternativa”, e di un’agenzia d’informazione curata dal comitato promotore “Mpl notizie”, nonché di una struttura operativa radicata anche nel territorio. Presentatosi agli elettori in occasione delle elezioni politiche del maggio 1972, e non avendo raggiunto il quorum, la maggioranza del Mpl decise di confluire nel Psi, collocandosi nella sinistra lombardiana.


BIBLIOGRAFIA

  • Proposta del Mpl. Per una alternativa socialista, a cura del Mpl, Roma, 1970;
  • L. MAGRI, Dove va Labor? I cattolici tra riformismo e rivoluzione, in “Il Manifesto”, 7/8, 1970;
  • A. MACCHI, Il Movimento politico dei lavoratori (Mpl) in “Aggiornamenti sociali”. Rivista mensile del Centro studi sociali, XXII, 2, febbraio 1971, pp. 77-94;
  • M.C. SERMANNI, Le Acli: dal ruolo formativo all’impegno politico-sociale (1944-1961), Napoli, Edizioni Dehoniane 1979;
  • ID., Le Acli: alla prova della politica (1961-1972), Napoli, Edizioni Dehoniane 1986;
  • Livio Labor e il Movimento politico dei lavoratori, in P.I., vol. XX, 1992, pp. 123-125;
  • E.S.E., Roma, Editori riuniti, 2000, p.174.

Il fondo è pervenuto alla Fondazione Turati assieme al corpus documentario della Direzione del Partito socialista italiano, in cui la formazione politica era confluita nel 1972 ed il cui versamento, avviato nel 1976, venne portato a termine nel 1994. L’archivio dell’Mpl venne versato nel 1982 assieme alle carte del Centro studi del Psi, diretto da Luigi Covatta, già responsabile della commissione informazione dello stesso movimento. Il fondo è stato dichiarato di notevole interesse storico, con provvedimento n. 639 del 4 aprile 1992, dalla Sovrintendenza archivistica per la Toscana.


DESCRIZIONE ARCHIVISTICA

La sostanziale continuità di intenti ideologici, di pratica politica e di personale di dirigenza, che unisce l’esperienza dell’Acpol a quella del Mpl, si esprime anche in una continuità archivistica, nel senso di un innesto della documentazione dell’Acpol nel corpus delle carte prodotte dal Mpl. Si tratta, infatti, di fondi di due enti, del quale quello dell’associazione si pone come premessa documentaria dell’altro. L’estrapolazione dal confuso complesso archivistico dei due nuclei distinti è stata effettuata, quindi, sulla base della pura cronologia della vita e dell’attività delle due formazioni politiche, anche se tale criterio non può stabilire una linea di demarcazione netta. Molta corrispondenza successiva allo scioglimento dell’Acpol si trova, infatti, ancora vergata sulla vecchia carta intestata dell’associazione o a quest’ultima indirizzata anche durante le prime fasi della costituzione del Mpl. Le carte dei due enti sono poi state articolate nelle serie e sottoserie archivistiche rintracciate sulla base delle singole unità di cui si componevano le strutture operative. Sono stati previsti raggruppamenti di taglio tematico sia per i materiali di varia natura e provenienza, sia per le carte personali di Livio Labor, primo ispiratore e promotore di tale esperienza politica, presenti nelle pieghe archivistiche del fondo.

Associazione di cultura politica, bb. 6, fascc. 63, registri 2 (1968-1970)
Sono stati enucleati, in sede di riordino ed in base ai criteri espressi, i materiali dell’Acpol che si pongono archivisticamente come una serie del complesso documentario costituito dai fondi dell’associazione stessa e del Mpl, articolati in 8 sottoserie.

  • Comitato promotore nazionale. Corrispondenza della struttura direttiva della associazione ed elenchi nominativi in previsione di incontri, riunioni ed assemblee; verbali di riunioni.
  • Comunicati stampa, documenti politici.
  • Corrispondenza. Lettere in prevalenza a firma di Antonio Fontana con gli aderenti, simpatizzanti regionali e provinciali, circolari.
  • Attività di formazione. Materiali relativi alla preparazione di incontri regionali di carattere politico, con liste di nominativi di simpatizzanti ed aderenti.
  • Convegni. Carte relative all’attività convegnistica dell’associazione con corrispondenza e materiali preparatori, comunicati stampa, testi delle relazioni ed eventuali traduzioni in lingua, inviti e programmi, elenchi, preventivi di spesa.
  • Documentazione amministrativa. Documentazione bancaria, fatture commerciali, registri contabili. “Acpol notizie”.
  • Corrispondenza della redazione della rivista e materiali preparatori.
  • Rassegna stampa. Numeri interi di periodici, agenzie di uffici stampa delle Acli, bozze di stampa, ritagli di stampa.

Assemblee nazionali, b. 1, fascc. 9 (1970)
Contiene la documentazione preparatoria dell’assemblea nazionale dei coordinatori, tenutasi a Sorrento il 20-22 novembre 1970 – quali corrispondenza, relazioni, indirizzi, rassegna stampa – sede nella quale venne costituito il Mpl.

Vi sono conservati, inoltre, i materiali relativi all’Assemblea nazionale straordinaria di Grottaferrata del 4-5 marzo 1972, con liste dei partecipanti e mozioni conclusive, in occasione della quale il movimento decise di presentarsi alla competizione elettorale del 1972.

Comitato di coordinamento nazionale, bb. 13, fascc. 93, tessere 14, agende 4, registri 11, schedario 1(1968-1973)
Composto da 30 membri eletti dalla assemblea nazionale dei coordinatori, la serie raccoglie la documentazione, articolata in 6 sottoserie, dell’organo responsabile delle scelte politiche e della pratica amministrativa del movimento, guidato da Labor nel ruolo di coordinatore nazionale con mansioni esecutive e di controllo.

  • Corrispondenza e circolari. Circolari del movimento e corrispondenza indirizzata al coordinatore nazionale Labor, fra i quali compaiono i nomi di Giorgio Amendola, Lelio Basso, Enrico Berlinguer, Tristano Codignola, Carlo Donat Cattin, Riccardo Lombardi, oltre ai responsabili di cariche varie di enti culturali e movimenti politici.
  • Verbali di riunioni. Appunti di relazioni, ordini del giorno, schede di partecipazione e verbali delle riunioni, corrispondenza ed indirizzi.
  • Comunicati stampa ed elenchi. Raccolta d’ufficio dei comunicati stampa, in originale ed in copia, con indirizzari ed elenchi nominativi dei componenti degli organi nazionali e provinciali.
  • Appunti. Promemoria e appunti d’ufficio, documenti politici nelle loro varie fasi elaborative e scritti di altri.
  • Carte personali Labor. Sono entrate a far parte della documentazione archivistica complessiva le carte personali di Labor, quali tessere di iscrizione ad associazioni politiche, culturali o ricreative, agende, documentazione bancaria e commerciale. Fanno parte di questo nucleo anche gli appunti e gli scritti più strutturati, in forma manoscritta o dattiloscritta con correzioni autografe e la corrispondenza.
  • Documentazione amministrativa e contabile. Statuto del Mpl, fatture commerciali, corrispondenza e documentazione bancaria, preventivi di spesa per i convegni, consuntivi mensili, finanziamenti per la campagna elettorale, inventari patrimoniali del Mpl, documentazione relativa ai contratti di lavoro del personale.

Commissione organizzazione, bb. 11, fascc. 211 (1969-1972)
Organo nazionale con compiti di promozione politica e di collegamento con le sedi periferiche del movimento.

Corrispondenza
La sottoserie comprende fascicoli originali di corrispondenza con i promotori locali articolati per regioni e provincie, oltre a nuclei di lettere con responsabili di partiti politici nazionali, enti ed istituti, con il velinario completo del responsabile della commissione Gennaro Acquaviva. Attività interna. Indirizzari ed elenchi dei coordinatori provinciali e nazionali, copie di verbali di riunioni del comitato di coordinamento nazionale, convocazioni ad assemblee ed incontri. Convegni. Elenchi partecipanti, materiali preparatori e relazioni in copie d’ufficio. Elezioni. Materiali relativi alle elezioni provinciali e comunali del 1971, e alle politiche del 1972, quali elenchi nominativi, prospetti elettorali, corrispondenza, ritagli di stampa, relazioni e schemi per comizi, materiale a stampa per elezioni oltre a volantini propagandistici. Ufficio spedizioni. Corrispondenza con richieste di spedizioni di volantini, opuscoli e altro materiale a stampa, promemoria d’ufficio ed elenchi nominativi.

Commissione informazione, bb. 12, fascc. 324 (1970-1972)
Organo nazionale di cui era responsabile Luigi Covatta, che in seguito assumerà mansioni direttive del periodico del Mpl “Alternativa”. Segreteria della commissione. La sottoserie raccoglie la corrispondenza ed elenchi relativi ai rapporti con testate di taglio politico italiane e internazionali, comunicazioni relative ai numeri dell’agenzia di stampa “Mpl notizie”, ad “Alternativa” ed a pubblicazioni del Mpl, oltre alla corrispondenza con partiti ed esponenti politici nazionali. Elezioni. Documentazione relativa alla prenotazione degli spazi elettorali su testate giornalistiche, calendari, appuntamenti dei comizi e schemi di discorsi in pubblico ed a stampa; preparazione dei materiali propagandistici, quali manifesti e volantini da inviare ai comitati di coordinamento provinciali; ritagli di stampa divisi per testata giornalistica relativi alla elezione a presidente della Repubblica di Giovanni Leone. Convegni. Relazioni e rassegna stampa sui convegni organizzati dal movimento. Schedario di documentazione. Fascicoli contenenti schede bibliografiche e raccolte di ritagli di stampa relativi alle tematiche della scuola, agricoltura, industria, popolazione e demografia, giustizia, forze armate, regioni, economia e finanza, chiesa e religione, urbanistica, comunicazioni di massa, partiti, associazioni e movimenti extrapartitici, sanità, costume.

Commissione studi e formazione, bb. 2, fascc. 32 (1970-1972)
Documentazione della commissione, predisposta all’aggiornamento culturale e politico di aderenti e simpatizzanti del movimento. Segreteria della commissione. Contiene i documenti di tale attività – curata durante tutta la sua esistenza da Antonio Fontana, già responsabile di ruoli direttivi nell’Acpol – che tipologicamente si presentano nella forma di corrispondenza ed allegati, appunti, relazioni e note dattiloscritte, rassegna stampa e sono conservati in fascicoli originali di taglio tematico. Convegni e conferenze. Raccoglie i materiali di competenza più specifica della commissione quali, inviti, corrispondenza, relazioni dattiloscritte ed in copia ciclostilata, rassegna stampa, sintesi dei lavori convegnistici. Corsi di formazione. Documentazione relativa all’attività di aggiornamento culturale e professionale degli aderenti con corrispondenza e tracce per relazioni.

Gruppi di lavoro, b. 1, fascc. 14 (1971-1972)
Documentazione relativa all’attività dei gruppi di lavoro del Mpl, previsti per statuto e con competenze specifiche -quali la campagna, la fabbrica, la scuola- nonché altri costituiti ad hoc sui problemi internazionali e di autofinanziamento e comprendente corrispondenza, materiali preparatori ad incontri, verbali di riunioni e documenti politici. “M.P.L. Notizie”.

Agenzia d’Informazione del Comitato promotore per un Movimento politico dei lavoratori, bb. 2, fascc. 37 (1970-1972)
Periodico settimanale del movimento, il cui primo numero esce il 10 agosto 1970, viene diretto per il primo anno di attività dallo stesso Livio Labor, a cui succede per il 1971 e 1972 Luigi Covatta. La serie conserva i materiali preparatori ai singoli numeri della rivista, con articoli dattiloscritti, comunicati e rassegna stampa, oltre ad una raccolta, seppure lacunosa, dello stesso periodico.

Materiale iconografico, b. 1, fascc. 2, calchi metallici 7 (1970-1972)
Volantini e manifesti elettorali delle sedi provinciali, oltre ai calchi metallici circolari di vario diametro utilizzati per il logo del movimento.

Archivio Aggregato. “Alternativa”. Settimanale politico d’informazione, bb. 13, fascc. 94, fotografie 497, opuscoli 10 (1970-1972)
Organo ufficiale del Mpl, aprì le pubblicazioni il 14 febbraio 1971. Predisposto dalla sede romana, il giornale venne diretto nel suo primo anno di vita da Augusto Marcelli, a cui successe, nel 1972, Luigi Covatta. A causa della precaria situazione economica del Mpl, la testata, che viveva esclusivamente di autofinanziamenti e che veniva spedita in abbonamento agli aderenti, chiuse la sua attività il 2 luglio 1972. La documentazione relativa a questa esperienza editoriale è stata concepita, in sede di riordino, come un archivio aggregato rispetto a quello del Mpl, in quanto pur diffondendone gli obbiettivi e l’impostazione ideologica, non ne ha mai condiviso la struttura operativa.

Corrispondenza. Fascicoli originali relativi alla corrispondenza ed allegati dedicata ad argomenti specifici, giunta alla direzione ed alla redazione della testata, prevalentemente a firma dei dirigenti e degli esponenti del Mpl. Sono presenti inoltre le lettere dei lettori indirizzate al direttore, alcune delle quali destinate integralmente alla stampa, nonché le circolari di redazione.

Documentazione amministrativa. Rimborsi spese sostenute per il giornale, ricevute e fatture commerciali, copie di scritture private con società editoriali. Redazione. Contiene appunti, comunicati e documenti politici della redazione e del Mpl in generale. Un ampio nucleo è dedicato ai materiali preparatori e documentazione di sostegno per i testi degli articoli del periodico. Alcuni fascicoli sono organizzati secondo la scansione dei numeri del periodico stesso, di cui contengono tutti i contributi nelle loro varie fasi elaborative.

Materiale iconografico. Il nucleo fotografico si compone di 497 riproduzioni in bianco e nero, alcune centinaia delle quali organizzate in fascicoli tematici originali. I soggetti di tale raccolta sono relativi prevalentemente ad episodi di cronaca politica italiana ed internazionale, la cui conservazione si spiega con un loro prevedibile inserimento nel corpo degli articoli della testata. A tale funzione di commento grafico si devono ricondurre anche alcune centinaia di vignette.

Materiale a stampa. Comprende ritagli di stampa fascicolati con criterio tematico ed alcune copie di periodici nazionali, fra i quali tre numeri della stessa rivista, oltre ad una decina di opuscoli.