ATTIVITÀ

Tra le finalità della Fondazione Turati vi sono: «la promozione e l’organizzazione dell’attività di ricerca, di studio, di documentazione e di divulgazione nel campo degli studi di storia” (art. 1 dello Statuto) sia in Italia che all’estero.

La Fondazione svolge inoltre una intensa attività editoriale, curando tre collane per le case editrici Lacaita e Angeli. Dispone di un Archivio di grande rilievo e di una Biblioteca specializzata che consta di circa 102.000 volumi. Sia l’Archivio che la Biblioteca svolgono un servizio di pubblica lettura.

La Fondazione opera per la piena valorizzazione del proprio patrimonio documentario a beneficio dell’utenza pubblica anche attraverso l’ausilio informatico.

La Biblioteca consta di circa 115.000 volumi, e l’Emeroteca raccoglie 5.170 periodici cessati e 150 periodici correnti. Si tratta di un patrimonio di grande rilievo, per la specializzazione relativa alla cultura politica e alla storia sociale, nonché per la consistenza dei fondi appartenuti ad esponenti della cultura e della vita politica italiana, quali Agazzi, Arfé, Bassi, D’Aragona, Della Mea, Di Nolfo, Finocchiaro, Lombardi, Mondolfo, Saragat, Silone, Zagari.

La Fondazione di Studi Storici “Filippo Turati” partecipa al Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN) nel Polo facente capo alla Biblioteca Nazionale di Firenze e partecipa allo SDIAF (Sistema Documentario Integrato dell’Area Fiorentina).

L’Archivio raccoglie 3.890 buste, oltre 4.700 manifesti, oltre 20.000 fotografie, 1.500 materiali audiovisivi e sonori, 650 cimeli e bandiere. Per un totale di circa 4 milioni di documenti. E’ diviso in otto sezioni: 1. Organizzazioni politiche: Acp-Mpl; Mgs-Fgsi; Psdi-Direzione nazionale; Psi Direzione nazionale; 2. Esponenti politici tra la fine dell’Ottocento e il periodo fascista: C. Biserni, A. Della Seta, E. Ferri, U. Forlani, G. Matteotti, G. Pilati, G.M. Serrati, C. Treves, F. Turati; 3. Dirigenti sindacali: A. Altobelli, L. D’Aragona; 4. Emigrazione antifascista: G. Faravelli, O. Gorni, B. Pittoni; 5. Resistenza: C. Bonfantini, M. Coli, E. Dugoni, L. Porzio; 6. Esponenti politici dal secondo dopoguerra ad oggi: A. Banfi, E. Bassi, M. Ferri, G. Ferro, L. Lagorio, R. Lombardi, A. Menchinelli, A. Pertini, G. Saragat, P. Treves, G. Vassalli, M. Zagari; 7. Esponenti della politica e della cultura: E. Agazzi, G. Arfè, L. Della Mea, G.L. Luzzatto, R. e U.G. Mondolfo, I. Silone; 8. Raccolte miscellanee: Emigrazione socialista in Svizzera, Movimento operaio e socialista in Toscana, Movimento operaio e socialista in Italia, Movimento studentesco e sinistra extraparlamentare, Federazioni provinciali e sezioni del Psi, Sfio, Ugt, Manifesti, Bandiere, Audiovisivi, Fotografie.

La Fondazione cura l’inventariazione dei fondi adottando il programma informatico GEA.

Collabora al CESP, Centro Espositivo “Sandro Pertini” a cura del Centro studi e documentazione “Sandro Pertini” nella sede di Casa Lapi. Con la medesima Associazione promuove l’Archivio virtuale: “Archivi del Socialismo”.

La Fondazione collabora con il Senato della Repubblica al progetto culturale “Archivi on-line” per promuovere la conservazione dei documenti archivistici e la loro valorizzazione attraverso la disponibilità delle fonti in un unico archivio virtuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *